Category Archives: CASERTAttualità

Rubrica di attualità casertana

CASERTAttualità

Anche la nostra scuola ha aderito alla protesta

#noisiamoinvisibiliperquestogoverno

Le scuole paritarie continuano ad essere discriminate nonostante per legge siano state equiparate a quelle pubbliche da decenni: dopo due mesi e mezzo di lockdown, il Governo ha escluso la scuola paritaria dai finanziamenti previsti nel decreto Ri-lancio. L’emergenza sanitaria ha messo in crisi l’economia di molte famiglie e le scuole che si sostengono con il pagamento di rette dei propri iscritti non riceveranno un aiuto adeguato! Eppure, le scuole paritarie svolgono un servizio pubblico, permettendo al bilancio dello Stato un risparmio annuale di circa 7.000 euro ad alunno. Si chiede, quindi, al Governo di assicurare a tutte le famiglie la possibilità di una libera scelta educativa. Nella Costituzione è scritto che si ha diritto a scegliere che tipo di Formazione ricevere, ma questo diritto è ora fortemente a rischio. In Italia sono più di 13 mila gli istituti scolastici che rientrano nel mondo delle scuole paritarie, in cui lavorano circa 200 mila docenti e non docenti e sono frequentati da oltre 800mila alunniAbbiamo dato voce ad alcuni di questi alunni, che frequentano la seconda media del nostro Istituto:

Valentino Piscitelli, 12 anni, 2ª A
Cosa significa essere allievo di Don Bosco?L’ambiente scolastico e i professori mi hanno fatto sentire sempre molto sicuro e sereno, anche nelle giornate più faticose. Gli insegnanti che ci fanno vivere un clima gioviale, fornendoci un’ottima preparazione. Perché i miei genitori hanno scelto questa scuola? Già conoscevano l’Istituto perché molto noto, ne condividono il metodo e le idee, e ad oggi sono soddisfatti e orgogliosi che il proprio figlio si formi e si istruisca presso un ambiente così attento alla Formazione di ciascun individuo e alle relazioni sociali

Francesco Misso, 12 anni, 2ª A
Come mi sento ad essere un alunno di Don Bosco?Essere allievo di Don Bosco e frequentare l’Istituto Salesiano ha rafforzato la mia autostima, ma pensare che il Governo non concede aiuti alla mia scuola mi rattrista molto. Ho chiesto a mio padre perché ha scelto questa scuola per me:L’ho scelta per la valida offerta formativa e per i vari ambienti dedicati all’apprendimento, come i laboratori di arte, musica, tecnologia; ma anche e soprattutto per la cura delle relazioni sociali.

Chiara Sabatino, 12 anni, 2ª A
Perché io e i miei genitori abbiamo scelto questa scuola? I miei genitori hanno voluto iscrivermi alla scuola salesiana perché apprezzano il metodo educativo di Don Bosco, io ho deciso di frequentarla per ciò che offre, come i laboratori pomeridiani, gli spazi di gioco, lo studio assistito e tanto altro. Come mi sento ad essere un’allieva di Don Bosco? Mi sento parte di una famiglia, e se mi servisse aiuto sono certa che qui lo troverei sempre!

Roberto Cioffi, 12 anni, 2ª A, ha chiesto alla madre di motivare la scelta di questa scuola: Quando mi sono trovata di fronte alla scelta tra scuola pubblica o privata, ho valutato le due opzioni e ho scelto questa scuola per due motivi principali: per come è organizzata la giornata scolastica e per la presenza di doposcuola, mensa, attività extra curricolari che garantiscono un percorso di crescita globale. La scuola ha spazi curati e puliti, aule ampie, campo da calcio e basket, l’offerta formativa è all’avanguardia anche sotto l’aspetto linguistico (clill) e digitale (Lim e progetti sulla video scrittura), e poi c’è il teatro, la mensa con menù predisposti da nutrizionisti e il progetto psicologico sulle emozioni, gli sportelli per l’approfondimento delle varie materie predisposto dai singoli docenti, le visite guidate e viaggi di istruzione. Ma soprattutto perché è la scuola di don Bosco: una scuola a carattere religioso dove l’accoglienza, il sorriso e le regole vanno di pari passo. I ragazzi si sentono parte di un gruppo, di una famiglia allargata, tutti vengono accolti, nessuno può sentirsi solo, né escluso. Sono certa di aver fatto la scelta giusta oggi, per il futuro di mio figlio.

Camilla Milone, 12 anni, 2° A
Sono un’alunna del Istituto Salesiano Sacro Cuore di Maria, i motivi per cui ho scelto questa scuola sono tanti: gli ambienti, quelli destinati all’apprendimento come le aule e i laboratori (arte, tecnologia, musica, informatica), e quelli per divertirci e giocare all’aria aperta, ma soprattutto per il metodo di studio applicato dai nostri docenti. Oltre a conoscenze, abilità e competenze, è molto curato l’aspetto relazionale: noi studenti ci sentiamo parte di una famiglia, questo è tipico della scuola di Don Bosco, che permette di stringere amicizie e rafforzare i rapporti attraverso molte attività che svolgiamo durante l’anno. Uno dei motivi che maggiormente ha spinto i miei genitori ad iscrivermi in questo Istituto è stata la certezza che avrei studiato in un ambiente sicuro e accogliente, che offre una delle migliori istruzioni della città, che è attenta alla crescita emozionale di ogni singolo alunno: i professori oltre ad insegnare le varie discipline, ci educano secondo i principi di don Bosco.

Francesco D’Andrea, 12 anni 2° A
Sono felice di frequentare la scuola salesiana, perché qui ho trovato compagni di studio e di gioco; essere allievo di don Bosco significa compiere il proprio dovere con il sorriso! Ho chiesto ai miei genitori perché hanno scelto questa scuola: “Abbiamo scelto la scuola di Don Bosco per dare ai nostri figli un’educazione completa che potesse valorizzare la crescita della persona non solo dal punto di vista didattico, ma anche morale, sociale e spirituale. La scuola di Don Bosco per noi è una scuola stimolante, ben organizzata che offre numerose attività che consentono ai ragazzi di esprimere e sviluppare i loro talenti”.

Gennaro Natale. 12 anni, 2° A
Avevo sentito parlare molto bene di questa scuola da parenti che l’avevano frequentata, e quando sono entrato a far parte di questa grande famiglia salesiana, ho constato che ciò che mi era stato raccontato è vero: dopo due anni posso dire che la scelta della scuola è stata fatta dai miei genitori, ma ho scelto io di restarci per tutto ciò che questa scuola ogni giorno offre. Sento di far parte di una grande famiglia, quella di don Bosco: una famiglia dove valori come onestà, condivisione, amore per il prossimo viaggiano all’unisono. Ho chiesto a mia madre di motivare la scelta che ha fatto per me: “La scuola salesiana coniuga perfettamente studio e relazioni sociali. E’ da  tre generazioni che la nostra famiglia frequenta questo istituto. Per un genitore è difficile scegliere a chi affidare l’educazione dei propri figli, ma preferire la scuola salesiana è stata la scelta giusta. Faccio un particolare plauso alla mensa, in quanto varia ed equilibrata, e  allo studio assistito pomeridiano, perché non è un doposcuola, ma una palestra di Vita, dove si insegna a studiare autonomamente in un ambiente condiviso. L’istituto salesiano abbia fatto già suo da tempo il motto che è “uniti ce la faremo” è un motto che ben si addice a questa scuola: professori, personale ATA, Preside, Direttore, tutti, ma proprio tutti sempre insieme, sempre vicino alle famiglie e agli studenti.

 

 

 

Published by:

Caserta: arrestati gli autori dei furti

Archivio CASERTAttualità News Rubriche Ultime Notizie

Era da mesi che le loro attività delinquenziali erano nel mirino delle forze dell’ordine. Finalmente in data odierna, i Carabinieri della Compagnia di Caserta hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa della misura cautelare, emessa dal GIP del locale Tribunale, su richiesta della Procura, nei confronti di sette persone di nazionalità albanese ritenute responsabili del reato di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti e rapine in abitazione. Attività d’intercettazione telefonica ed ambientale, servizi di osservazione e pedinamento, hanno consentito di accertare che gli indagati, al fine di eludere i controlli delle forze dell’ordine, per comunicare utilizzavano un linguaggio criptico. Ad esempio “Andiamo a giocare a pallone” era il messaggio per informare che si partiva per commettere i furti; “vieni che andiamo a cercare un campo per giocare a pallone” serviva a segnalare i sopralluoghi delle abitazioni da svaligiare; “prendi scarpe da ginnastica ed il pallone’ serviva per ricordare ai complici di portarsi al seguito gli arnesi che servivano per lo scasso ed il vestiario idoneo al travisamento necessari per commettere i furti. Le indagini hanno permesso di ricostruire il modus operandi dell’associazione.Ci auguriamo tutti di vivere un po’ più tranquilli perché è assurdo che intere famiglie debbano vivere nell’angoscia nelle proprie case.

Published by:

Progetto Prometeo – Mario Diana vicino ai giovani.

Si è tenuto il 20 marzo scorso, durante le ultime due ore di lezione, nella sala Don Rua dell’Istituto Salesiano di Caserta, un momento formativo importante dedicato alla presentazione del “Progetto Prometeo” ad opera della Fondazione Mario Diana Onlus. Hanno partecipato a questo spazio orientativo solo gli studenti delle quinte classi accompagnate dai docenti in orario. La fondazione “Mario Diana” Onlus è attiva da alcuni anni in molti settori: Campagne sociali contro la criminalità organizzata, Sviluppo di start-up e valorizzazione dei talenti dei giovani.

Il progetto Prometeo è uno dei più significativi tra quelli proposti dalla fondazione e consiste nell’attribuzione annua di 5 borse di studio in vari ambiti del sapere, di validità quinquennale, per favorire l’accesso all’istruzione, premiando il merito e promuovendo il consolidamento del legame tra mondo accademico e lavoro. Alle borse di studio è possibile accedere tramite un concorso a graduatoria, che parte da test motivazionali, ai quali sarà possibile partecipare entro il prossimo 15 giugno. Il progetto sarà aperto in questa fase iniziale (a.s. 2017/2018) esclusivamente agli studenti della provincia di Caserta, e dal 2019 sarà esteso all’intero territorio nazionale.

Per l’attribuzione delle suddette borse saranno tenuti in considerazione anche i redditi dei partecipanti per assicurare opportuni vantaggi a chi ne dovesse avere bisogno.

La conferenza si è conclusa con un dibattito che ha visto protagonisti alcuni studenti salesiani, particolarmente interessati all’iniziativa.

I delegati della Fondazione Mario Diana torneranno presto a scuola per avere un nuovo confronto con i ragazzi sul progetto Prometeo.

Di seguito troverete allegati i file per informazioni ulteriori sella Fondazione e sul progetto. 

 

                                                                                                                                                               

Per usufruire della possibilità offerta dalla Onlus “Fondazione Mario Diana” visita il sito e consulta il bando del progetto:   http://www.fondazionediana.it

 

PRESENTAZIONE VIDEO PROGETTO PROMETEO: 

https://www.youtube.com/watch?v=OmYYT-vCnsQ

Published by:

Insieme si può…

Archivio CASERTAttualità News

Era da tempo nell’aria ma oggi i presupposti sono diventati realtà, nasce a Caserta il Coordinamento dei comitati di quartiere. L’obbiettivo è quello di unificare le numerose idee che in questi anni hanno tentato di instaurare un dialogo positivo con le amministrazioni comunali, spesso senza riuscirci. Fanno parte del coordinamento il Comitato del Rione Vanvitelli, il Comitato Villa Giaquinto, il Comitato Parco degli aranci, il Comitato Parco Girasole e tanti altri. Il Coordinamento è formato da almeno un associato per ciascun comitato e Francesco Egidio è stato eletto coordinatore pre-tempore. La prima cosa concreta che hanno chiesto è stata una raccolta firme per chiedere all’amministrazione la riduzione di almeno due mensilità; in questo modo si potrebbe finanziare il bando per aggiustare finalmente le luci non funzionanti di tutti i quartieri. “La città è di tutti e i consiglieri sono rappresentati di tutti i cittadini, motivo per cui il loro impegno nei confronti dei loro elettori potrebbe diventare, in tal modo, concreto e tangibile” dice Egidio. La città è di tutti noi e dobbiamo avere la possibilità di dare nuove idee per renderla più vivibile. 

Published by:

Nuova sede provinciale

Giovedì 26 gennaio il Presidente del Coni Giovanni Malagò sarà  a Caserta per inaugurare la nuova sede provinciale .Il massimo dirigente dello sport italiano sarà accompagnato dal  Presidente regionale Cosimo Sibilia.
Alla semplice cerimonia interverranno le Autorità istituzionali del capoluogo e della provincia, i dirigenti del coni della Campania e da una rappresentanza degli atleti olimpionici . Gli spazi che verranno inaugurati sono caratterizzati da una rinnovata efficienza funzionale, che consente alla casa comune degli sportivi di conservare il ruolo di tradizionale punto di riferimento, peraltro in una collocazione più agevole da raggiungere e con l’affacciata sul parco giochi . Il sud necessita di nuove ed importanti idee innovative, per poter non solo crescere e far crescere i suoi giovani, ma soprattutto per rispettare gli standard nazionali. Caserta lo merita, e noi ce la possa fare…. siamo fiduciosi..
Published by:

Cogestione salesiana:un occhio sulla Reggia di Caserta

 Mauro Felicori, un manager culturale bolognese con alle spalle anni e anni di esperienza, pone sotto la sua ala protettiva uno dei patrimoni artistici più famosi del mondo. Il neo-direttore è stato ospite della casa salesiana di Caserta e inizia il suo convegno  promettendo che raddoppierà il numero dei visitatori; suo obiettivo è quello di rilanciare l’immagine di questo nostro gioiello campano, ora totalmente al centro di nuovi progetti ed eventi. È stato sicuramente un incontro  molto speciale, che ha permesso ai ragazzi di entrare in contatto con la realtà culturale di Caserta che è sicuramente un potenziale che potrebbe permettere alla nostra città di crescere nel campo economico ed in quello turistico.

Published by:

Allestita Clinica mobile in P.zza Pitesti

Archivio CASERTAttualità News Rubriche Ultime Notizie


Nell’ambito della settimana della prevenzione medica, patrocinata dal comune di Caserta sono avvenute le visite mediche, una vera e propria clinica mobile, che sono state effettuate dagli specialisti del polo sanitario di via Daniele. Nei giorni prima delle vacanze natalizie hanno avuto luogo delle iniziative. Ecco alcuni eventi. Il giorno 17 dicembre dalle 10 alle 13, vi sono state le visite di pneumologia, malattie respiratorie e disturbi del sonno con Antonella Marotta; nel pomeriggio, Salvatore Napolitano ha fornito consultazioni di chirurgia generale, prevenzione senologica, mentre la collega Carmela Ferrante di endocrinologia e prevenzione delle tiropatie. Il giorno 18 invece Mario Immacolato Paternuosto ha effettuato visite di gastroenterologia e prevenzione del tumore colon. Lunedì 19 dicembre, Stefano Perrotta e Cristina Pacillo hanno fornito rispettivamente visite di chirurgia vascolare e stereopatia, e di ginecologia e sterilità di coppia. Nel pomeriggio, Lorenzo Casale si è occupato di radiodiagnostica e prevenzione alla tiroide. Martedì 20 dicembre è toccato a Paola Di Caterino effettuare visite di dermatologia e prevenzione tumorale della pelle; nel pomeriggio poi ci sono state visite urologiche e di incontinenza con Mariano Pizzuti. Mercoledì 21 dicembre mattina Rossana Domanico ha tenuto visite di otorinolaringoiatria e disturbi respiratori. Giovedì 22 dicembre si è chiuso con Daniela Branco, che si occupa di neurochirurgia, lombosciatalgia e tunnel carpale; nel pomeriggio, nutrizione e obesità infantile gli sono stati argomenti dell’incontro con Giovanna Natale.
Insomma un’iniziativa che dovrà sicuramente ripetersi data l’importanza e il prestigio sia dei medici invitati sia per le persone che possono così saperne di più e togliersi ogni curiosità. 

Published by:

Reggia Express

Il 15 gennaio sarà inaugurato il reggiano Express ,il treno storico degli anni ’30 delle Ferrovie dello Stato. Partirà dalla stazione Centrale di Napoli, e arriverà alla Reggia di Caserta viaggiando su carrozze storiche guidate dalla locomotiva elettrica E-626 Centoporte. L’itinerario turistico prevede la visita al parco Reale e nelle Stanze della Reggia, con l’aiuto di audioguida.Si potrà partecipare inoltre ad un laboratorio didattico e gastronomico, dove sarà degustata un’eccellenza della zona, la mozzarella di bufala campana dop.

Il biglietto può essere acquistato presso le biglietterie e Self-Service della stazione o tramite l’app di Trenitalia (scaricabile sugli smartphone) ad un prezzo di 18€ e garantisce un ingresso prioritario alla Reggia senza fare la fila. Vi è anche la possibilità di acquistare solo il viaggio di andata o ritorno al prezzo ridotto del 50%.

Published by:

REFEREDUM: SI o NO?

Domenica 4 dicembre 2016, dalle ore 7 alle ore 23, si sono svolte le operazioni di voto per il referendum costituzionale.Il referendum prevedeva:«Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della costituzione “. La consultazione popolare ha visto un’elevata affluenza alle urne,pari a circa il 65% degli elettori residenti in Italia e all’estero.
La vittoria del no è stata nettissima pari a circa il 59%. È stata una campagna referendaria molto dura che ha visto la partecipazione di tutti i partiti, molto sentita dal governo che ovviamente optava per la vittoria del si. Difatti il premier Renzi dopo la vittoria del si , si è dimesso .E’stato il voto della gente, la vittoria del popolo sul cambiamento della nostra costituzione, ritenuta sacra , che nessuno realmente voleva.Una costituzione che il mondo intero ci invidia per come è stata scritta e per ciò che rappresenta e che doveva essere stravolta a danno di noi cittadini. Il popolo si è pronunciato e ha risposto alle tante mancanze di un governo che non ha saputo cogliere le vere emergenze di un paese alla deriva. Ripartiamo d’accapo, ripartiamo dal voto, ripartiamo da noi!
Published by:

Allarme furti

Ormai sono settimane che in tutte le frazioni di Caserta e nella stessa città, non si parla d’altro: FURTI. Un fenomeno che nelle ultime settimane è aumentato in maniera esponenziale mettendo in allerta tutti i cittadini. Una comunità impaurita è perennemente messa a dura prova da continui atti di vera e propria delinquenza, chiede di poter essere protetta e sorvegliata come merita. I cittadini affermano di voler essere rassicurati e non abbandonati al loro destino. Nessuno merita di essere dimenticato e un paese civile deve principalmente occuparsi di tutti evitando di preferire i cosiddetti ‘cittadini di serie’..

Published by:

Uniti per la solidarietà: la partita di Natale

Sabato 10 Dicembre il personale del tribunale di Santa Maria C.V. e i medici di Caserta si sfideranno a scopo puramente benefico. Sarà una partita di basket natalizia a fare da cornice a questo evento, finalizzato alla raccolta fondi per la fondazione ‘4 Stelle’ dedicata alle vittime del tragico incidente di Buccino . L’iniziativa è promossa dal Lion Club e la partita si disputerà presso il Palavignola  di Caserta. OCCHIO SIAMO TUTTI INVITATI!!

Published by:

Alternanza Scuola Lavoro

30lternanza scuola lavoro è  un progetto che  permette agli studenti che frequentano gli istituti di istruzione superiore di svolgere una parte del proprio percorso formativo presso un’impresa o un ente per rendere flessibili i percorsi formativi scolastici e  combinare lo studio teorico con quello pratico. Il Belvedere di San Leucio il giorno 17/11 ha fatto da cornice ad un convegno promosso dall’onorevole Camilla Sgambato sul tema  ‘Alternanza Scuola Lavoro’. Dopo aver messo in luce tutti i percorsi innovativi di alternanza e tutte le esperienze fatte dagli studenti casertani, gli istituti presenti hanno illustrato tutti i possibili progetti futuri alla presenza del Ministro dell’Istituzione Stefania Gemmini. Un progetto straordinario  che mette in risalto la figura dello studente al centro del lavoro. Un progetto secondo noi giovani molto interessante e sopratutto di qualità, iniziativa dalla quale partire per una scuola non solo efficiente ma capace di offrirci esperienze lavorative utili per aprire le strade verso il futuro. 

(Fonte principale: Mattino di Caserta)

Published by: