L'Intervallo Salesiano » Blog Archives

Author Archives: Luigi Massa

About Luigi Massa

Luigi Massa, è un autore e vicedirettore dell'Intervallo Salesiano, uno dei fondatori di questa iniziativa e studente presso i Salesiani di Caserta.

Progetto Prometeo – Mario Diana vicino ai giovani.

Si è tenuto il 20 marzo scorso, durante le ultime due ore di lezione, nella sala Don Rua dell’Istituto Salesiano di Caserta, un momento formativo importante dedicato alla presentazione del “Progetto Prometeo” ad opera della Fondazione Mario Diana Onlus. Hanno partecipato a questo spazio orientativo solo gli studenti delle quinte classi accompagnate dai docenti in orario. La fondazione “Mario Diana” Onlus è attiva da alcuni anni in molti settori: Campagne sociali contro la criminalità organizzata, Sviluppo di start-up e valorizzazione dei talenti dei giovani.

Il progetto Prometeo è uno dei più significativi tra quelli proposti dalla fondazione e consiste nell’attribuzione annua di 5 borse di studio in vari ambiti del sapere, di validità quinquennale, per favorire l’accesso all’istruzione, premiando il merito e promuovendo il consolidamento del legame tra mondo accademico e lavoro. Alle borse di studio è possibile accedere tramite un concorso a graduatoria, che parte da test motivazionali, ai quali sarà possibile partecipare entro il prossimo 15 giugno. Il progetto sarà aperto in questa fase iniziale (a.s. 2017/2018) esclusivamente agli studenti della provincia di Caserta, e dal 2019 sarà esteso all’intero territorio nazionale.

Per l’attribuzione delle suddette borse saranno tenuti in considerazione anche i redditi dei partecipanti per assicurare opportuni vantaggi a chi ne dovesse avere bisogno.

La conferenza si è conclusa con un dibattito che ha visto protagonisti alcuni studenti salesiani, particolarmente interessati all’iniziativa.

I delegati della Fondazione Mario Diana torneranno presto a scuola per avere un nuovo confronto con i ragazzi sul progetto Prometeo.

Di seguito troverete allegati i file per informazioni ulteriori sella Fondazione e sul progetto. 

 

                                                                                                                                                               

Per usufruire della possibilità offerta dalla Onlus “Fondazione Mario Diana” visita il sito e consulta il bando del progetto:   http://www.fondazionediana.it

 

PRESENTAZIONE VIDEO PROGETTO PROMETEO: 

https://www.youtube.com/watch?v=OmYYT-vCnsQ

Published by:

Rivelate OGGI le materie dell’esame di stato dal Ministro Fedeli!

Verso ora di pranzo di oggi 30/01/17, il Ministro Fedeli, tramite video, postato sul sito del MIUR, ha elencato le materie principali dell’esame che dovranno affrontare le classi quinte del nostro amato Liceo. Visto che il passaparola a volte fa confondere le idee, vi elenchiamo ciò che è stato pubblicato dal MIUR:

Per il Liceo Scientifico ci sarà:

Matematica scritta con commissario interno

Inglese, Italiano e Fisica con commissari esterni

Per il Liceo Classico:

Inglese , Italiano e Matematica con commissari esterni

Latino (scritto) con commissario interno

In fine, per il liceo Scientifico Scienze Applicate si trovano le stesse commissioni dello Scientifico Tradizionale.

Condividendo con voi queste informazioni, vi auguro di arrivare all’esame di maturità con serenità e sicurezza,  ricordate inoltre che lo studio non è mai troppo, citando Eco: “Nessuno è mai morto per la fatica!”.

Published by:

Presentiamo gli “Amici Della Reggia di Caserta”

L’associazione “Amici Della Reggia di Caserta” si costituisce nel 2014,  come associazione non a scopo di lucro, dall’unione di cittadini fortemente impegnati nella valorizzazione del più importante patrimonio culturale Casertano: La Reggia di Caserta. Voglio citare una loro frase per farvi ben comprendere l’impegno culturale che l’Associazione ha assunto: “Ogni uomo sulla terra ha il dovere di custodire ciò che appartiene all’Umanità. Ogni cittadino ha il dovere di sostenere e valorizzare le parti migliori del proprio contesto.”

Gli Amici Della reggia sono spinti da un forte senso civico, contribuiscono a far crescere il valore della Reggia, come quello della città di Caserta che ormai è fin troppo travagliata dal disinteresse politico/sociale. 

Il loro impegno va dalla promozione in ambito turistico della Reggia, ma anche del Parco, della Flora e dei Giardini Inglesi, fino ai progetti di miglioramento in campo di conservazione, preservazione e manutenzione, quindi hanno collaborato e continuano a farlo, alla manutenzione e restaurazione di elementi fondamentali tra cui le “Vie d’acqua” ed un pianoforte ottocentesco sito nel Palazzo.

“Amici Della Reggia di Caserta” ha collaborato con varie iniziative come la mostra Terrae Motus, che abbiamo trattato in precedenza, e la formazione di nuovi percorsi turistici. 

Alcune iniziative in via di realizzazione sono: l’Organizzazione di un “Festival della Letteratura e delle Arti” ed un gemellaggio con l’associazione corrispettiva Francese “Les Amis de Versailles”.

E’ chiaro che i nostri amici della Reggia necessitano il supporto di tutti noi, attraverso la diffusione dei loro progetti, molto importante è quindi il ruolo di tutti noi per migliorare la nostra città, a partire dell’impegno di pochi il messaggio sarà chiaro a tutti: “Caserta può migliorare, e deve farlo.”

Quindi, cittadini di Caserta, non trasformiamoci in miseri osservatori della città, ma diventiamo membri attivi della comunità, fieri di quel che abbiamo e nell’impegno proficuo a preservarlo e custodirlo, così come ci è stato donato. L’impegno morale e civile parte anche da un piccolo gesto, da una piccola iscrizione: è possibile diventare membri dell’Associazione “Amici della Reggia” seguendo le indicazioni su questa pagina

Per ulteriori informazioni puoi visitare la pagina Facebook dell’associazione o il loro sito web.

Tutti siamo chiamati, tutti dobbiamo rispondere!

Published by:

Sante Roperto presenta “La notte in cui gli animali parlano”

Sante Roperto, come scrive il suo editore “Giornalista dal 1997, per dieci anni è stato corrispondente di Superbasket e ha creato e diretto l’area marketing della JuveCaserta… Ha scritto per molti quotidiani campani. Conduce trasmissioni sportive su Radio Prima Rete dal 1999. Nel 2010 ha scritto A 40 minuti dal paradiso, e nel 2012 ha pubblicato L’uomo dell’ultimo tiro – La biografia di Nando Gentile”.

La notte in cui gli animali” parlano è il suo romanzo d’esordio. Sante Roperto l’ha presentato il 20 Febbraio all’Istituto dei Salesiani di Caserta; “La notte in cui gli animali parlano” tratta di due protagonisti: Matteo e Claudia, che si ritrovano dopo molto tempo nel paese natio “Conflenti”, in Calabria; i due ripercorrono la propria infanzia e giovinezza, sulle note agrodolci di amori mai vissuti, con un finale a sorpresa. Alla presentazione sono intervenuti l’autore; Sante Roperto, Daniela Volpecina, giornalista de “Il Mattino” come moderatrice. Franco Tontoli, giornalista Casertano, Elena Starace, nota attrice del casertano, che ha letto ed interpretato un brano del libro e Russell Grandinetti, Top manager e vice direttore dell’azienda Amazon, il quale dirige il reparto di Amazon Kindle e dell’editoria.

Published by:

Salesiani Caserta: Guest Star sportive dal campo alla cattedra

Al Liceo Salesiano di Caserta, il 7 e l’8 gennaio, di ritorno dalle vacanze natalizie, la scuola ha accolto i propri allievi con l’ormai consueta esperienza della cogestione. L’iniziativa, come ha spiegato il Preside, Don Cristiano Ciferri, “è una felice intuizione dello scorso anno che ha come intento quello di rendere i ragazzi veri protagonisti della vita della scuola. Non per scimmiottare le inutili occupazioni che spesso avvengono nella scuola statale, ma perché sia un vero laboratorio di socialità e di via per tutti coloro che si cimentano nella sua organizzazione e che vi prendono parte”.

Tra i tanti laboratori e seminari organizzati dalla scuola, anche per promuovere e sfruttare le neo-strutture sportive della Casa Salesiana, quali il Pala Don Bosco e il campo di calcio in erba sintetica, non potevano mancare le attività sportive. Le stesse, l’anno scorso non furono il vero e proprio “fiore all’occhiello” della cogestione, ma quest’anno grazie alle novità proposte e organizzate dal professore di educazione fisica Andrea Luciano e alle “Guest Star” che hanno tenuto i corsi, sono state un vero successo.

Primo dei tre laboratori sportivi è stato quello del GIORNALISMO SPORTIVO, tenuto da Sante Roperto, docente di Medicina Veterinaria presso l’Università Federico II di Napoli, nonché giornalista sportivo Sky. Nello sport, però, non poteva di certo mancare il seminario di EDUCAZIONE ALIMENTARE, il cui relatore è stato un ospite più di una “Guest Star”, lui è una vera Star, molti lo vedono allenarsi al Pala Don Bosco, ma questa volta si è accomodato dietro una cattedra, lui è: Linton Johnson III, ex campione NBA (2005) che nello spiegare i “trucchi del mestiere” per essere 93 Kg per 203 cm di altezza, ha anche fatto assaggiare il frullato che beve ogni mattina per avere le “batterie cariche” tutta la giornata. Ultimo, ma solo per ordine, ospite d’eccezione è stato Carlo Bonavita, che ha portato ai Salesiani uno sport del quale nessuno, se non in pochi, conoscevano l’esistenza. Di cosa parliamo? Ma naturalmente del TUCHKBALL, sport di origini svedese che da poco è approdato in Italia. Il mister Bonavita, dopo averne raccontato la storia e aver spiegato le regole del gioco, ha fatto scendere tutti in campo e i ragazzi hanno potuto provare in prima persona l’emozione del tuchkball.  

Insomma, come avete potuto capire, le emozioni e il divertimento non sono mancate in questi due giorni ai Salesiani, e la professionalità e la disponibilità dei relatori, qualità mixate alla curiosità dei ragazzi che hanno saputo mettersi in gioco perfettamente, hanno fatto di quest’esperienza, un’esperienza vincente. Se poi ci aggiungiamo anche il fascino di aver avuto come “insegnanti” delle celebrità del mondo sportivo, e di aver appreso argomenti nuovi da professionisti del campo, il gioco è fatto.

Published by:

Questa sera IL VOLO a Caserta

Stasera 20 gennaio, alle 21:00 ci sarà un concerto de “Il Volo”, il trio di giovanissimi tenori, al Palamaggió di Caserta. I biglietti dell’evento vanno dai 40 ai 70 euro. I giovani artisti, vincitori del Festival di Sanremo con la canzone GRANDE AMORE, hanno già fatto tutto esaurito in alcune tappe in Italia, e con il loro stile originale attirano un pubblico che va dai giovanissimi agli anziani. Una buona visione a tutti gli amici che questa sera si godranno lo spettacolo.

Published by:

Lo sapevi che…Cat Cafè!

Nel mondo si stanno diffondendo da ormai venti anni o quasi dei bar chiamati Cat Cafè dove ci sono di solito una decina di gatti che vivono e passeggiano liberi per il locale. I gatti sono liberi di essere fotografati, coccolati, e persino comprati! Il primo Cat Cafè nacque a Taipei, Taiwan, e aveva 40 gatti, adesso ne possiede 30 poiché i turisti, affascinati dai gatti del locale, li acquistavano. In questo momento sono circa 400 i Cat Cafè in tutto il mondo, il che fa capire quanti appassionati di gatti ci siano nel mondo, persino a Torino c’è un bar chiamato “Neko Cafè” che ospita un paio di mici trovati per strada da chi ha aperto il locale. Questa idea del cat caffè è utile anche per chi necessita di una “Pet Therapy” o per chi ha solo bisogno di un po’ di relax con questa “terapia” a base di gatti.

Published by:

SPECIALE COGESTIONE: L’esperienza del Caffè Letterario

Uno dei corsi più scelti dai ragazzi per la cogestione è stato il Caffè Letterario, ispirato ai salotti culturali nati nel 1700, nei quali si discuteva di argomenti di varia natura. Il corso è stato tenuto dalla Dottoressa De Rosa, sociologa e madre di una allieva del liceo ed stato molto ben strutturato ed elaborato. Gli argomenti principali su cui quasi tutto il corso si è concentrato sono stati il terrorismo e l’immigrazione, che hanno consentito una profonda riflessione anche sulla tematica delle “emozioni”. Il riferimento costante di questa discussione è stata la scrittrice Oriana Fallaci, della quale è stato preso in considerazione il libro ”La rabbia e l’orgoglio”, che ha rappresentato il primo passo per introdurre la discussione. Si è partiti proprio dalla sua visione dell’episodio di terrorismo più grave nel mondo Occidentale: l’attacco alle torri gemelle, che ha suscitato un grande odio nei confronti dei terroristi ma, allo stesso tempo, ha fatto si che più importanza venisse data alla parola “terrorismo”. Da qui le spiegazioni precise e soddisfacenti della Dottoressa ed i brevi scambi di idee accompagnati da un caffè e dalle vivande, proprio come nel 700′.

Published by:

Decameron: Vizi, Virtù, Passioni

Il grande attore Stefano Accorsi nei suoi “anni d’oro”, dopo aver prodotto e recitato “Giocando con Orlando” in tutta Italia (Vedi articolo nell’archivio), dopo aver prodotto e recitato nella serie tv “1992” riscuotendo un grande successo, torna con l’antica modernità del Decameron sceneggiato da Marco Baliani ed incanta di nuovo gli spettatori a teatro. Una compagnia di cinque abilissimi attori e attrici narrano e interpretano sette delle novelle del Decameron di Boccaccio.

LA COMPAGNIA:

STEFANO ACCORSI – PANFILO – Mastro di Brigata
SILVIA AJELLI – FIAMMETTA – L’innamorata
SALVATORE ARENA – FILOSTRATO – Il fedele
SILVIA BRIOZZO – ELISSA – La generosa
FONTE FANTASIA – PAMPINEA – La giovine
MARIANO NIEDDU – DIONEO – Lo scaltro

Il tocco della fantasia del regista sta nella scelta della lingua: un volgare simile a quello proprio dell’opera, ma più comprensibile e orecchiabile, che permette di rivivere una lingua che, seppur arcaica, è molto affascinante. L’antica modernità del Decameron risiede nel fatto che pur essendo una commedia d’altri tempi, tratta argomenti e usa personaggi UNIVERSALI: racchiude in sé tutti i tipi di persona, tra cui i falsi, gli imbroglioni e i furbi, che a dispetto del tempo, non mutano, ma si evolvono cambiando i costumi del tempo con quelli moderni. Anche recitando di un mondo così aspro, il teatro è sempre luogo di fantasia, riflessione, ma anche di divertimento. Insomma siamo di fronte all’ennesimo successo di un grande attore.

Published by:

Massimo Ranieri a Caserta – Sogno E Son Desto

26Uno spettacolo unico ed eccezionale si è tenuto a Caserta nel weekend dal 20 al 22 novembre, la voce di Ranieri ha fatto sognare tutti nel teatro comunale di Caserta: dai più anziani ai più giovani, con il musical di creazione sua e di Gualtiero Peirce “SOGNO E SON DESTO”, al seguito dell’orchestra composta da Massimiliano Rosati (chitarra), Flavio Mazzocchi (pianoforte), Mario Guarini (basso), Luca Trolli (batteria), Donato Sensini (sax). Massimo Ranieri ha dedicato il suo spettacolo ai sognatori, ha intrattenuto il pubblico cantando molti brani “storici” come quelli di Pino Daniele, Fabrizio De Andrè, e recitato Alda Merini e Oriana Fallaci. Uno spettacolo indimenticabile e ricco di emozioni che sta avendo molto successo in tutta Italia. E’ è la seconda volta che si tiene a Caserta, ed è stato un tutto esaurito per la seconda volta. Il titolo dato proprio da Ranieri  “Sogno e son desto – chi nun tene coraggio nun se cocca ch’ ‘e femmene belle” è certamente provocatorio ma è un antico proverbio campano, e contiene certamente un significato veritiero, quello di “lanciarsi” con coraggio per avere ciò che si vuole.

Published by:

Epicuro e i giovani

La costante ricerca del piacere della società moderna, la ricerca cieca di un appagamento anche che duri un istante, ci spinge ad aggrapparci a qualsiasi illusione che ci faccia sentire vivi, per l’imprevedibilità del nostro futuro, che è incerto come il nostro presente.

Epicuro era un filosofo greco che proponeva la filosofia come farmaco per contrastare il dolore della vita, e suggeriva di vivere per assecondare i propri bisogni non temendo né la morte, che può arrivare in qualsiasi momento, né gli dei.

La frase “Carpe diem”- “Cogli l’attimo” si riferisce al concetto che ho espresso prima sul “vivere ogni giorno come se fosse l’ultimo”, ed è assimilabile sia al pensiero di Epicuro, sia a quello dei giovani di oggi, i quali molto spesso non conoscono il vero significato di questa frase.

Tuttavia, il comportamento dei giovani, che iniziano con l’adolescenza a comprendere il mondo e la paura della vita come viaggio verso l’orizzonte, si lasciano andare a piaceri temporanei come l’alcol e la droga perché identificano queste azioni come la soluzione ai loro turbamenti, ma dovrebbero comprendere che essendo questi piaceri fisici e di breve durata tendono a ripetersi per sprofondare in malesseri fisici e psichici.

Il problema è che questa mentalità, che come conseguenza diventa anche uno stile di vita, ha deviato una generazione, la stessa dei fenomeni delle teen moms e delle baby gang, la nostra.

E tu?! Hai mai sentito l’espressione “Carpe diem”?! Cosa ne pensi? Raccontaci come vivi la tua vita: preferisci fare programmi a lungo termine oppure concentrarti giorno per giorno sui singoli obiettivi?!

Published by:

James Bay, Il successore di Adele

Con lo stile raffinato e l’ottima musicalità inglese, con il suo rock alternativo, il cantautore James Bay ha incantato milioni di persone in tutto il mondo con il suo brano più popolare “Hold Back The River”, dell’album “The Chaos and the Calm”. Nelle sue canzoni racconta dei sentimenti e delle relazioni:  -Ciò che mi affascina e mi ispira sono le relazioni tra persone, nelle loro varie forme-, racconta in un’intervista. La sua carriera inizia nel 2013, quando ha fatto da supporter ad un concerto dei Rolling Stones, dopodiché la sua fama prende il volo e conquista il premio di “Migliore scelta dei critici” nel 2015, premio che ha visto come vincitori alcuni cantanti che adesso sono al centro della scena musicale mondiale (Ellie Goulding, Sam Smith, Adele…). James Bay ha espresso un grande talento musicale con il suo unico album completo e l’EP “Let it go”. James Bay ha pubblicato da poco il video della sua canzone “If you ever want to be in love”, del quale inseriamo il link qui sotto. Tutti i fan e critici si aspettano un grande successo con il prossimo album.

Buon ascolto…James Bay – Hold Back The River – YouTube

Published by: