SPECIALE COGESTIONE: Intervista al Preside

Comment

Archivio News Rubriche Speciale Cogestione Ufficio Stampa Ultime Notizie
Speciale Cogestione

Oggi, ai microfoni de L’Intervallo Salesiano, c’è un ospite davvero speciale: signori e signore ho il piacere di presentarvi il Preside del Liceo, Don Cristiano Ciferri,al quale sono andato a chiedere un suo personale resoconto sulla Cogestione di quest’anno. Vi ricordo, come sempre, di leggere i diversi articoli dello SPECIALE COGESTIONE con il quale la nostra Redazione ha seguito e commentato l’esperienza della Cogestione. Restiamo in attesa anche dei vostri commenti.    

Qual è il suo bilancio sulla cogestione di quest’anno: come hanno risposto i ragazzi alle attività proposte?

La cogestione è una felice intuizione dello scorso anno che ha come intento quello di rendere i ragazzi veri protagonisti della vita della scuola. Non per scimmiottare le inutili occupazioni che spesso avvengono nella scuola statale, ma perché sia un vero laboratorio di socialità e di via per tutti coloro che si cimentano nella sua organizzazione e che vi prendono parte.

Iniziata un po’ in sordina, anche a motivo delle reticenze di un certo “mondo adulto”, l’esperienza dello scorso anno si è rivelata molto positiva, motivo per cui il Collegio dei docenti ha voluto riproporla anche in questo anno scolastico.

Anche per quest’anno il mio bilancio è positivo, come è emerso nella verifica svolta durante l’ultimo collegio docenti, e credo che i laboratori proposti abbiano coinvolto bene gli allievi e gli stessi insegnanti: ognuno si è messo in gioco, in terreni molto diversi dall’ordinaria attività didattica.

Quali sono, secondo lei, le cose che non hanno funzionato nella cogestione di quest’anno?

Certamente l’organizzazione doveva partire prima. Abbiamo rischiato di non vivere l’esperienza proprio perché a pochi giorni dall’inizio delle vacanze di Natale quasi nulla era pronto. Certamente i rappresentanti di Istituto e il gruppo di coordinamento hanno svolto un grande lavoro, ma se ci si fosse mossi prima alcune difficoltà si sarebbero potute evitare. La principale è quella che, a mio avviso, i desideri espressi nella scheda di adesione ai laboratori devono essere rispettati, perché ciascuno svolga alcuni tra i laboratori che ha scelto esprimendo le sue dieci preferenze. Sarebbe inoltre opportuno offrire una scelta di laboratori più variegata, anche per evitare il sovraffollamento di alcuni. Ad ogni modo nella proposta di quest’anno ci sono state interessanti novità. Forse il secondo giorno è stato un po’ più caotico del primo.

Quali sono stati i feedback dei docenti alle conferenze e seminari svoltisi?

Anche i docenti sono rimasti entusiasti dell’esperienza. Si sono lasciati coinvolgere e anche chi non era direttamente responsabile di qualche laboratorio ha dato il suo insostituibile contributo perché tutto andasse bene. Anche diversi docenti salesiani si sono mostrati subito disponibili e collaborativi. Sono davvero molto contento di tutto il corpo docente del liceo e dell’entusiasmo con cui ciascuno vive ogni giorno la propria missione educativa!

Come valuta il nuovo metodo di organizzazione delle attività tramite il gruppo della cogestione? Faccio riferimento al gruppo per l’organizzazione della cogestione che si è creato quest’anno.

Credo sia stata anche questa una felice intuizione, proposta da don Massimo, perché il fatto di lavorare in gruppo comporta una maggiore circolazione di idee e un migliore confronto. In tal modo le responsabilità e gli impegni organizzativi possono essere gestiti meglio, anche se non tutti, nel gruppo, si sono resi ugualmente responsabili. Per il futuro occorrerà un migliore coordinamento e una migliore distribuzione, per tempo, dei compiti.

L’anno prossimo ci sarà la nuova elezione dei rappresentanti d’istituto, prevede ugualmente la cogestione?

Si, il Collegio docenti ha già stabilito, a seguito della verifica fatta, che anche l’anno prossimo ripeteremo l’esperienza. Voglio però ricordare che quest’anno abbiamo ancora altri due giorni di cogestione: il 27 febbraio e il 16 aprile, in occasione dei sabati di rientro. Questi sabati servono per recuperare i minuti di lezione che non facciamo durante la settimana (perché tutte le ore dovrebbero essere di 60 minuti). Spero che il gruppo della cogestione riuscirà ad organizzarsi per tempo, altrimenti in quei sabato saremo costretti a fare lezione…

Qualche novità che ci può annunciare per l’anno prossimo?

Guardando il calendario del prossimo anno, il rientro a scuola dovrebbe essere lunedì 9 gennaio, motivo per cui sarebbe impossibile fare i giorni di cogestione in questo mese.

Proporrò a settembre al Collegio docenti di effettuarli nei giorni precedenti le vacanze di Natale e, quindi, nel mese di dicembre, subito dopo la settimana degli scrutini del primo trimestre.

Ringraziamo Don Cristiano per il tempo che ci ha dedicato sottraendolo ai suoi numerosi impegni. Grazie!

Aspettiamo la tua opinione...scrivila in 20 secondi!